BIBLIOGRAPHIA MISSIONARIA



BIBLIOGRAPHIA MISSIONARIA è stata la pubblicazione della Pontificia Biblioteca Missionaria, fondata nel 1925 e dal 1978 unita con la Biblioteca della Pontificia Università Urbaniana. È un’opera di consultazione bibliografica e fin dal suo inizio si è proposta come uno strumento appropriato ed aggiornato sul mondo delle Missioni. Il primo volume è apparso nel 1935 e l’opera ha avuto periodicità annuale. La pubblicazione è terminata con il vol. n. 78 (2014). La decisione della chiusura della pubblicazione è da collegare all’accelerazione tecnologica del mondo del web che ha aperto nuove, più ampie e soprattutto celeri opportunità di ricerca bibliografica in ogni campo del sapere, compreso quello missiologico.

BIBLIOGRAPHIA MISSIONARIA ha sempre presentato una ricca documentazione (libri ed articoli) riguardante il mondo missionario, sia per la parte storica (ordini religiosi, congregazioni missionarie, missionari, territori di missione) che per la parte pratica (metodologia, grandi religioni del mondo, ecumenismo, dialogo interreligioso, sviluppo missionario, nuovi movimenti religiosi). Pubblicazione unica nel suo genere a livello internazionale, ha raccolto le pubblicazioni di tutte le chiese cristiane principali in cui i libri e gli articoli sono stati citati nella lingua originale: inglese, francese, tedesco, olandese, italiano, portoghese, spagnolo, polacco e lingue scandinave. L’intero panorama del mondo missionario è stato presentato ogni anno con circa 3.000-3.500 descrizioni bibliografiche scelte da più di 800 riviste di tutto il mondo. Ogni volume è stato arricchito al suo interno da 40-50 recensioni di libri curate da specialisti di scienze missiologiche. Ogni volume indici degli autori e delle persone, un indice dei soggetti e un indice delle riviste. Dal volume 1 (1933) al volume 78 (2014) sono state presentate 174.470 citazioni bibliografiche e 4.569 recensioni e abstracts.

Fin dal primo volume la rivista BIBLIOGRAPHIA MISSIONARIA è sempre stata curata dai Direttori della Pontificia Biblioteca Missionaria, poi diventata Biblioteca della Pontifica Università Urbaniana, tutti appartenenti all’Ordine degli Oblati di Maria Immacolata, OMI.

- Fondatore della BIBLIOGRAPHIA MISSIONARIA fu Johannes Battista Rommerskirchen, OMI, (1899-1978) che fu il curatore dei primi 36 volumi e il co-editore dei successivi 40 volumi.
- Padre Johannes Battista Dindinger, OMI, (1881-1958), successore al primo Bibliotecario della Pontificia Biblioteca Missionaria, padre Robert Streit, collaborò nella stesura di 21 volumi.
- Nikolaus Kowalsky, OMI, (1911-1966) assistente di padre Rommerskirchen nella preparazione di tredici volumi, XVII-XXIX.
- Josef Metzler, OMI, (1921-2012) assistente di padre Rommerskirchen e padre Henkel nella preparazione di 35 volumi XXII-LIII.
- Padre Willi Henkel, OMI, (1930- ) fu assistente nella preparazione di 7 volumi XXX-XXXVI e LXIV e curatore di 28 volumi XXXVII-LXIII.
- Padre Olegario Dominguez, OMI, (1920- ) collaborò con padre Henkel nella preparazione di 5 volumi della Bibliograpia Missionaria (XXXIX-XLIII).
- Marek Rostkowski, OMI, (1967- ) fu assistente di padre Henkel per la preparazione di due volumi (LXII-LXIII) e curatore degli ultimi 15 volumi (LXIV-LXXVIII).

Dal vol. 1 al vol. XL la rivista ha avuto il titolo Bibliografia Missionaria; dal volume L (1986) il titolo è cambiato in BIBLIOGRAPHIA MISSIONARIA.