ORDINAMENTO DEGLI STUDI

L’Istituto di Ricerca della non Credenza e delle Culture (ISA) è accademicamente eretto all’interno della Facoltà di Filosofia (Statuti, art. 142) e “si propone come finalità propria di entrare in dialogo con le diverse tradizioni culturali, filosofiche e religiose del mondo contemporaneo, allo scopo di promuovere, nell’orizzonte della tradizione cristiana, studi e ricerche concernenti le ragioni storiche, fenomenologiche e filosofiche della non credenza” (Statuti, art. 143, § 2).

L’obiettivo dell’Istituto è la ricerca e la specializzazione accademica, attraverso lo studio approfondito e l’abilitazione alla ricerca individuale. Scopo di tale formazione è la coltivazione delle attitudini critiche e della capacità di sintesi da parte dei giovani ricercatori. Ambito della ricerca dell’Istituto è la comprensione storico-antropologica dell’uomo, attraverso fenomeni che caratterizzano la modernità: l’ateismo, la secolarizzazione, il nichilismo, l’ateismo evoluzionistico, il laicismo ecc.

L’Istituto promuove e favorisce la ricerca e il dibattito scientifico, coordinando le proprie attività con quelle della Facoltà di Filosofia, e stabilendo rapporti con altri centri che perseguono obiettivi simili.

Nel quadro del programma di ricerca, l’Istituto offre percorsi formativi specializzati e organizza incontri, giornate di studio, scambi culturali, invitando docenti di altre università e centri di ricerca a tenere corsi, conferenze e lezioni pubbliche.

REQUISITI PER L’AMMISSIONE

Per essere ammessi all’Istituto è necessario aver conseguito il Baccellierato in Filosofia o in Teologia presso una Facoltà ecclesiastica oppure la Laurea triennale in Filosofia presso una Università statale o altra istituzione equivalente riconosciuta dalla Santa Sede.

Gli studenti che si iscrivono con altri titoli di studio sono tenuti ad inserire nel loro piano di studi gli insegnamenti integrativi indicati dall’Istituto.

PERCORSO FORMATIVO

Il percorso formativo, che dura un anno per il Master in “Studio della Non Credenza e delle Culture” e un anno per l’Indirizzo “Filosofia e Religione”, implica l’attività di studio e la partecipazione ai seminari, ma soprattutto tende a determinare la fisionomia dello studente e la sua capacità di esprimere i frutti della sua ricerca attraverso una dissertazione di carattere scientifico. La dissertazione deve essere redatta secondo le norme definite dalla Facoltà di Filosofia.

OFFERTA FORMATIVA

Master in “Studio della Non Credenza e delle Culture”

Master di I livello Direttore: Prof. L. Congiunti
Durata: un anno
Crediti: 60 Ects utilizzabili per il conseguimento dei titoli universitari rilasciati dall’Università.

Il Master (cfr. Regolamenti, art. 188) si rivolge a coloro che hanno già terminato o stanno per conseguire una laurea specialistica e desiderano approfondire le tematiche di cui si occupa l’Istituto. Il Master fornisce le adeguate conoscenze storiche e teoretiche riguardanti il fenomeno dell’ateismo. Inoltre, il programma si propone di approfondire il suddetto fenomeno dal punto di vista diacronico e sincronico nell’ambito della cultura europea, senza tralasciare l’evolversi della problematica anche in Africa, Asia.

A tutti i partecipanti al programma vengono attribuiti dei crediti formativi, in base ai quali il candidato consegue il titolo.

Il percorso prevede l’acquisizione di 28 crediti attraverso l’elaborazione e la discussione della dissertazione, mentre il resto dei crediti deve essere acquisito attraverso corsi d’indirizzo, corsi specifici e seminari. I crediti devono esser così distribuiti:

–  corsi di indirizzo: 8 Ects
–  corsi specifici 15 Ects
–  seminari 9 Ects
–  un seminario di metodologia 4 Ects (solo per coloro che non l’hanno già fatto)
–  elaborazione e discussione della dissertazione 28 Ects

Norme per la redazione della Dissertazione

Per quanto riguarda le norme per la redazione della Dissertazione di ricerca del Master, lo studente può scegliere il tema della sua dissertazione da una lista di temi, resa pubblica da parte dell’Istituto e consultabile presso la Segreteria dell’Università. Inoltre, insieme al tema, allo studente viene indicata la bibliografia essenziale e il moderatore della dissertazione. L’Istituto può assegnare come moderatore di una tesi, previa approvazione del Consiglio di Facoltà, anche un docente esterno oppure emerito.

La dissertazione è un lavoro originale, di almeno 50 pagine dattiloscritte, e la sua redazione deve essere condotta seguendo i criteri base della ricerca, dalla cui applicazione il candidato deve mostrare l’impegno di ampliare le sue conoscenze e di giungere ad una visione critica della problematica trattata. La dissertazione può essere redatta, oltre che in italiano, anche in inglese, francese o spagnolo. Le modalità di approvazione, consegna e organizzazione della discussione, salvo diversa indicazione, sono le stesse delle “Tesi di Licenza in Filosofia o di Laurea magistrale (specialistica) in Filosofia” (cfr. Kalendarium).

QUADRO DEGLI INSEGNAMENTI

Corsi ISA

SiglaDescrizioneDocente 
ISA3013Ateismo e ateismi nei testi filosofici. Un percorso di letturaLorella CONGIUNTI(ECTS 4 - sem. I)
ISA3014 Ateismo contemporaneo: un percorso di interpretazione filosofica del cinema come prodotto culturaleLorella CONGIUNTI(ECTS 4 - sem. I)



Indirizzo “Filosofia e Religione”

(con particolare riguardo ai fenomeni della secolarizzazione e del nichilismo nella cultura contemporanea).

Coordinatori: Prof.ssa L. Congiunti, Prof. L. Sileo

Durata: un anno

Questo percorso specialistico si innesta, come secondo anno, nel corso di Licenza in Filosofia o di Laurea magistrale (specialistica) in Filosofia e vuole sostenere la formazione degli studenti che mirano ad approfondire tematiche concernenti il rapporto tra filosofia e religione. Il percorso comprende un piano di studi personalizzato, una linea di ricerca ben definita e il sostegno nella ricerca anche da parte di docenti esterni. Il percorso, essendo in funzione del corso di laurea specializzata, al di là della peculiarità del programma, presenta gli stessi obiettivi e si basa sulle medesime norme.

QUADRO DEGLI INSEGNAMENTI

Indirizzo “Filosofia e Religione”

SiglaDescrizioneDocente 
ISA3013Ateismo e ateismi nei testi filosofici. Un percorso di letturaLorella CONGIUNTI(ECTS 4 - sem. I)
ISA3014 Ateismo contemporaneo: un percorso di interpretazione filosofica del cinema come prodotto culturaleLorella CONGIUNTI(ECTS 4 - sem. I)
FB1022Cristianesimo e filosofiaJohnson Uchenna OZIOKO(ECTS 3 - sem. I)
FB1027Filosofia e sapienza nel pensiero anticoGiulia LOMBARDI(ECTS 3 - sem. I)
FB1029Filosofia e teologia nel medioevoAldo VENDEMIATI(ECTS 3 - sem. II)
FL1114Filosofia Morale: Dio nell'eticaAldo VENDEMIATI(ECTS 4 - sem. I)
FL1115Filosofia Contemporanea: Dio dopo la metafisica?Giambattista FORMICA(ECTS 4 - sem. I)


L'ISA propone due corsi di tipo semestrale, come percorsi di ricerca e insieme di didattica, aperti a tutti gli studenti del II e III ciclo della Facoltà di Filosofia ed anche a studenti e studiosi di altre istituzioni (con particolare riferimento a quelle sopraelencate). Entrambe le attività potranno essere erogate anche on-line.


ISA 3013 Ateismo e ateismi nei testi filosofici. Un percorso di lettura

Prerequisiti : Lineamenti di filosofia della conoscenza e di filosofia dell'essere.
Obiettivi didattici : Attraverso la lettura critica di una selezione di testi filosofici, si intendono chiarire le principali declinazioni dell'ateismo, in vari contesti storici e teorici.
Contenuti delle lezioni : Incontri pomeridiani bimensili di 3 ore ciascuno. In ogni incontro sarà presentato un testo e ne sarà offerta lettura critica. Ogni incontro sarà tenuto da un docente specialista.
Modalità di svolgimento : Lettura di testi. Dibattito.
Modalità di verifica : elaborato scritto finale.
Bibliografia : L. Congiunti, Ateismo ateo. La negazione di Dio dopo-oltre l'ateismo, Ladolfi, Borgo Manero No 2015.
Una selezione precisa di testi sarà fornita all'inizio del corso.



ISA 3014 Ateismo contemporaneo: un percorso di interpretazione filosofica del cinema come prodotto culturale

Prerequisiti : Si consiglia di seguire il corso ISA3031-Ateismo e ateismi nei testi filosofici.
Obiettivi didattici : Introdurre alla analisi filosofica del cinema come prodotto culturale; evidenziare le forme di ateismo contemporaneo in diversi contesti culturali.
Contenuti delle lezioni : Incontri pomeridiani bimensili di 3 ore e mezza ciascuno. Ogni incontro consisterà in una introduzione alle tamatiche filosofiche implicate con indicazione di letture parallele; visione di un film, esegesi filosofica del film. Ogni incontro sarà tenuto da un docente specialista del tema.
Modalità di svolgimento : Lezione frontale, visione del film, dibattito.
Modalità di verifica : elaborato scritto finale.
Bibliografia : Sarà fornito un elenco di testi e film.