Festa Patronale dell’Università Urbaniana

La giornata del 26 marzo 2019 ha visto la Comunità accademica della Pontificia Università Urbaniana, insieme a numerosi illustri ospiti e amici, raccogliersi per una mattinata di preghiera, studio e festa in occasione della solennità dell’Annunciazione del Signore a Maria, patrona della nostra Università.

Nella Cappella del Collegio Urbano la giornata si è aperta con la celebrazione liturgica della Festa, presieduta dal Gran Cancelliere e Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli Sua Em.za Rev.ma Card. Fernando Filoni. Durante la S. Messa il Cardinale ha rivolto agli Studenti e ai Docenti riuniti in preghiera la sua omelia nella quale ha sottolineato il valore del mistero dell’incarnazione del Verbo fattosi Uomo come simbolo anche dell’impegno che la PUU vive nell’incarnare il messaggio evangelico nelle culture e nei contesti a cui si rivolge il suo impegno missionario [testo dell’omelia].

È seguito l’Atto accademico in Aula Magna, aperto dalle parole di saluto del Card. Filoni [testo del saluto] cha ha porto il suo benvenuto ai numerosi rappresentanti del Corpo Diplomatico, al Rettore Magnifico dell’Università Salesiana e Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Pontificia Romane, il Rev. P. Prof. Mauro Mantovani, ai Rettori dei Collegi dei nostri studenti e a tutti gli altri graditi ospiti.

Il Rettore Magnifico della PUU, Prof. Leonardo Sileo, ha quindi aperto l’Atto accademico con un’introduzione che ha messo in luce l’importanza del tema trattato [testo dell’introduzione].

Il relatore S. Ecc.za Mons. Miguel Ángel Ayuso Guixo, Segretario del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, ha quindi pronunciato il suo intervento (testo della relazione). Le sue parole di testimone del lungo e difficile cammino che ha portato alla firma del Documento di Abu Dhabi e la riflessione sul grande significato di quel testo hanno magistralmente introdotto Docenti e Studenti della nostra Università a quella che ha definito “una pietra miliare e un punto di non ritorno nella storia delle relazioni interreligiose della Chiesa Cattolica”.[testo della relazione].

A questo punto della mattinata gli studenti sono divenuti protagonisti della Festa. Il Presidente dell’Associazione studentesca Omnes Gntes, Alessandro Lippolis, ha introdotto l’intervento della studentessa Elisaveta Kydoniefs della Facoltà di Teologia che ha indirizzato all’assemblea una testimonianza su cosa significa vivere da studenti alla PUU [testo della testimonianza]. Infine sono stati premiati gli studenti più meritevoli dell’Anno Accademico 2018/19 che hanno ricevuto una pergamena e un buono libri di 200,00 Euro, ed alcuni studenti si sono esibiti in canti corali e coreografie.

Al termine della intensa mattinata di preghiera e studio, dopo la benedizione del Gran Cancelliere al termine dell’Atto accademico, tutti i partecipanti si sono fermati per una condivisione conviviale del pranzo nei locali dell’Università.

Il pomeriggio gli studenti hanno continuato la festa con attività sportive realizzatesi nel campo di calcio del Pontificio Collegio Urbano.